SHOWROOM HOURS

Mon-Fri 9:00AM - 7:00AM
Sat - 9:00AM-6:00PM
Sundays Closed!

If you still have problems, please let us know, by sending an email to info [ @ ] mognettibike.it . Thank you!

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand

Il bello della bicicletta

Il bello della bicicletta

Bollati-Boringhieri Editore

Marc Augé Marc Augé, antropologo francese, si occupa di "tribù" contemporanee. Per esempio quelle che vivono nelle città.

1948: esce nelle sale Ladri di biciclette di Vittorio de Sica. Passerà appena un anno e Fausto Coppi, trionfatore in sella alla sua Bianchi di Giro d’Italia e Tour de France, diventerà l’eroe dell’epopea moderna celebrato da Roland Barthes. Ed è proprio nel clima di devastazione e speranza, di distruzione e rinascita dell’immediato dopoguerra che si impone il mito contemporaneo della bicicletta, un mito oggi forse maturo per trasformarsi in utopia ecologista e democratica. Augé analizza lucidamente il «nuovo umanesimo dei ciclisti», che annulla le differenze di classe, induce all’uguaglianza, riconduce l’esistenza nelle nostre città a tempi e ritmi più sostenibili, trasforma le vie urbane in spazi da scoprire con la cadenza regolare della pedalata e riapre così le porte, in ultima analisi, al sogno e all’avvenire.

Come non ricordare - Augé lo fa - cosa significa la bicicletta nella vita dei piccoli umani. E' il primo mezzo di trasporto, ci chiama a una sfida difficile con la gestione del senso di equilibrio, è uno strumento fondamentale per mille giochi diversi (quando i maschietti giocano a Star Trek, le due ruote diventano i caccia della Enterprise).

Numero di pagine: 65

ACQUISTA Bicicletta

TOP