SHOWROOM HOURS

Mon-Fri 9:00AM - 7:00AM
Sat - 9:00AM-6:00PM
Sundays Closed!

If you still have problems, please let us know, by sending an email to info [ @ ] mognettibike.it . Thank you!

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it.

I understand

In Bicicletta

In bicicletta

Il Mulino

Stefano Pivato, Loretta Veri e Natalia Cangi Memorie sull'Italia a due ruote

Sogni e spavalderie di chi si inerpica nella vita pedalando col vento in faccia, paura e senso del dovere della staffetta partigiana che pedala per la libertà d'Italia, emozioni di gente comune che inforca la bici per svago o per dovere.

I brani raccolti in questo volume - tratti da diari conservati presso l'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano - parlano di un mezzo di locomozione che ha rivoluzionato i costumi del nostro paese.
Pericolosa incarnazione della modernità, "macchina infernale" proibita alle donne e ai sacerdoti, la bicicletta è dapprima mezzo aristocratico, al di là delle disponibilità economiche dei più.
Poi, col Novecento, diviene democratica: è il mezzo di trasporto preferito di impiegati e di operai, persone qualsiasi che facilmente si identificano negli eroi di quel Giro d'Italia che inizia a entusiasmare gli animi.
Parlare della bicicletta, dice Marc Augé - e lo ribadisce Stefano Pivato nel saggio introduttivo - non significa soltanto rievocare ricordi personali, ma ripercorrere una storia condivisa da milioni di altre persone.
Così la dimensione autobiografica di queste pagine si apre, prende respiro e ci regala un quadro inedito della nostra storia recente.

Tracciato da un punto di vista particolare e privilegiato: il sellino della bicicletta.

Numero di pagine: 248

ACQUISTA
TOP